10 luoghi imperdibili da visitare prima di lasciare l'isola di Formentera!

>
Luoghi d'interesse
'Formentera Freus faro en Pou lighthouse Porcs island de los puercos' - Formentera
'Formentera Freus faro en Pou lighthouse Porcs island de los puercos' holbox / Shutterstock

1. Cap de Barbaria

Con un paesaggio lunare, Cap de Barbaria è uno dei luoghi più fotografati di Formentera. Colpisce per la bellezza del suo paesaggio brullo e desolato. Alla fine della strada un faro solitario aspetta i suoi visitatori. A sud del faro si trova una grotta famosa: Sa Cova Foradada, a 100 metri di altezza dal mare. Accedere alla grotta non è per i claustrofobici, poiché è piuttosto bassa.

Barbaria cape Lighthouse in Formentera Mediterranean Balearic islands of Spain
'Barbaria cape Lighthouse in Formentera Mediterranean Balearic islands of Spain' - holbox / Shutterstock

2. Far de la Mola

Conosciuto come il 'faro alla fine del mondo', questo faro si trova nella parte più alta dell'isola (200 metri sul mare). La principale attrazione sono le scogliere dopo il faro che raggiungono i 120 metri di altezza. Puoi anche visitare il monumento a Jules Verne, dedicatogli per aver scelto Formentera come ambientazione del suo romanzo 'Le Avventure di Ettore Servadac'. Fondamentale: la vista superba dell'isola mentre si arriva o si parte da La Mola lungo la strada principale (al Mirador).

Lighthouse far de la Mola, Formentera, Balearic Islands, Spain
'Lighthouse far de la Mola, Formentera, Balearic Islands, Spain' - Karol Kozlowski / Shutterstock

3. Estany Pudent

Estany Pudent è la più grande delle due lagune salate di Formentera. Inizia a sud di Port de la Savina e poiché non c'è rinnovo d'acqua (nonostante ci sia una insenatura, Sa Síquia, che la collega al mare) la combinazione di solfuro e alghe in decomposizione dà un forte odore di putrefazione, da cui il nome 'pudent', che significa pungente di cattivi odori. In estate è anche piena di zanzare. Ma il luogo merita una visita, poiché i colori del sole stampati nell'acqua offrono uno spettacolo meraviglioso. Il lago è vicino a Ses Salines, i letti di sabbia. Qui avveniva la produzione di sale che un tempo era il sostentamento dell'isola. Ricordiamo che è proibito nuotare.

4. Estany des Peix

Questa località si trova a sud di La Savina, a destra della strada principale lasciando La Savina per andare verso le altre località dell'isola. La più piccola delle due lagune, Estany des Peix un tempo era un porto di pescatori, ed è collegata al mare aperto da una stretta insenatura, detta La boca. Al giorno d'oggi è un porto per barche di piccole dimensioni. Le sue acque calme e pacifiche la rendono un luogo ideale per praticare sport d'acqua. Anche camminare o andare in bici sono una buona idea. E perché no, sedersi ad ammirare il tramonto ricco di magia con la bellissima vista su Es Vedra.

Formentera boats at Estany des Peix lake in Balearic Islands
'Formentera boats at Estany des Peix lake in Balearic Islands' - holbox / Shutterstock

5. Riserva Naturale Ses Salines

La Riserva Naturale Ses Salines copre un'area ampia, che comprende Es Trucadors e il mare circostante arrivando da Estany Pudent, dove l'alta concentrazione di sale rese possibile lo sviluppo dell'industria del sale, che è stata la principale forma di sostentamento dell'isola. Al giorno d'oggi l'industria del sale non esiste più, ma si possono ancora vedere le piccole piscine di sale.

6. Torri difensive

Ci sono molte torri di controllo che ricordano i tempi in cui si viveva nella paura e con il bisogno di vigilare, a causa delle frequenti incursioni dei pirati. Ci sono 4 torri difensive: una vicino al faro Barbaria, un'altra a Punta Prima e a Punta de sa Gavina, a Pis des Català (dalla parte di Migjorn) e all'isola Espalmador.

7. Camí de Sa Pujada o Camí Romà (Cammino Romano)

Probabilmente è la passeggiata più bella di Formentera. Costruita nel XVIII secolo, era la vecchia strada che collegava La Mola con il resto dell'isola, ed è conosciuta come cammino romano per la sua pavimentazione, che ricorda quella delle antiche strade romane. Questo sentiero inizia a Es Caló de Sant Agustí e finisce vicino a El Pilar de la Mola. E' lungo circa 1,5 km ed affianca la costa, quindi offre viste superbe dell'isola. Ideale per un pomeriggio d'estate, dopo una giornata in spiaggia, per assaporare il silenzio e l'atmosfera tranquilla dell'isola.

8. Resti del Passato: Ca na Costa

Il cerchio di pietre di Ca na Costa risale all'età del bronzo, ed è il più significativo campo di sepoltura del megalitico nelle Baleari. Fu scoperto nel 1974. Per arrivarci, esci da Es Pujols in direzione Illetes e troverai una strada a sinistra chiaramente segnata. Le lastre calcaree, circondate da pietre più piccole, sono i primi segni di civiltà sull'isola. Le pietre si trovano vicino ad una tomba dove erano seppelliti otto uomini e due donne. Uno di questi uomini era alto più di due metri, si sospetta soffrisse di gigantismo. Alcuni suppongono che fosse venerato per la sua statura, e sarebbe la ragione di questa sepoltura speciale.

9. Mulini per il grano (El Molí Vell de la Mola)

Sin dagli anni Sessanta, Formentera ha tratto il suo sostentamento principalmente da pesca e agricoltura. Per questo i mulini dell'isola continuano a fare parte del paesaggio anche se non sono più in uso. Al momento ci sono 6 mulini, il più famoso dei quali si trova a la Mola, è stato completamente restaurato e può essere visitato un giorno alla settimana. Circolano voci che nel 1968 venne affittato da Bob Dylan per passare l'inverno a Formentera.

10. Mercato Hippy di La Mola

I pomeriggi di mercoledì e domenica, dalle 4 alle 10, in una piazza vicino alla strada principale a El Pilar de la Mola, si tiene il mercato dell'artigianato più originale dell'isola. Tutti gli articoli in vendita sono stati prodotti o lavorati sull'isola. Musicisti ravvivano la scena con le loro performance. E' un ottimo posto in cui comprare dei souvenir.